Andare a mangiare ricotta dai pastori

Quando ero piccola mio padre, la domenica mattina, ci portava a mangiare ricotta dai pecorai.

Era una festa per noi tre bambini: io, mio fratello e mia sorella.

La mamma preparava per ognuno di noi un sacchettino con l’occorrente: una tazza (di quelle che si usavano allora: grande, tonda e senza manico), un cucchiaio e del pane di casa di qualche giorno prima, tagliato a dadini. Continua a leggere

Mia nonna faceva il pane in casa

Mia nonna faceva il pane in casa. Erano gli anni ’50 e in Sicilia, soprattutto nei paesi, c’era ancora l’abitudine di preparare in casa il pane per tutta la settimana, così come s’era fatto da sempre, e  il pane di Lentini, famoso in tutta la zona tra Catania e Siracusa, si conservava benissimo per diversi giorni.
Mi piaceva vedere la nonna che preparava il pane.

Ero piccola negli anni ’50, ma il ricordo è ancora vivo.

Andavo con lei nell’ammezzato, una zona soppalcata ricavata dall’alto magazzino dove il nonno teneva il calesse. Continua a leggere