L’orto di Armando

Il piacere di avere un orto tutto tuo.

Con l’arrivo della bella stagione Armando cominicia a preparare l’orto estivo.
È un piccolo orto il nostro e, tuttavia, ci consente di avere tutti i giorni sulla nostra tavola una ricca e fresca insalata con la quale cominciare il pranzo e delle verdure assolutamente “biologiche” per la sera.

 

Lattughine varie, canasta, cipolline, radicchio, rucola, sedano, e poi le verdure coltivate e spontanee (broccoli, segale, spinaci, anciti, senàpa, taddi), gli ortaggi estivi (pomodori, cetrioli, melanzane, zucchine; i peperoni no, non vengono bene), tante zucche d’autunno e gli odori. C’è uno spazio apposta solo per gli odori: menta, rosmarino, origano, timo, maggiorana, salvia, prezzemolo.

Ma non è solo il gusto a goderne, l’orticello è una delizia anche per gli occhi.
Piccole aiuole, delimitate da una cornice di mattoni rossi, accolgono in file brevi e regolari, le piantine, che sembrano note su un pentagramma.

E da esse si leva un’armonia di colori delicata e vivace, che intenerisce e rallegra.

 

I commenti sono chiusi.